Bper: Fondazioni in manovra (MF)

26

Dopo l’assemblea che ad aprile ha rinnovato la prima

linea, i grandi soci di Bper Banca hanno iniziato a guardare al futuro.

Oggi nel capitale del gruppo modenese il ruolo di pivot è giocato da

Unipol , primo azionista con una quota vicina al 10% anche se per il

momento ufficialmente fuori dal board.

Altri azionisti, però, scrive MF, sarebbero interessati a contare,

unendo le forze per dare vita a una formazione omogenea. In prima fila ci

sarebbero le fondazioni socie della banca: oltre alle piccole Cr Provincia

dell’Aquila, Banca del Monte di Foggia, Cr Bra e Cr Vignola, la parte del

leone dovrebbe essere svolta dalla Cr Modena che nei mesi scorsi ha

superato il 3% e soprattutto dall’Ente Banco di Sardegna . La fondazione

di Cagliari, tra l’altro, è azionista della controllata di Bper , il Banco

di Sardegna per l’appunto, e nei prossimi anni potrebbe accrescere la

quota nella capogruppo con uno swap azionario. Complessivamente, insomma,

il gruppo degli enti dovrebbe raccogliere il 10% del capitale che andrebbe

a sommarsi al 4,6% detenuto dagli imprenditori riuniti attorno al

ravennate Giorgio Pulazza.

red/lab

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Bper: Fondazioni in manovra (MF) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.



  • CONDIVIDI