L’Oro Resta a Livelli Alti

221

Sin dall’inizio di venerdì i prezzi dell’oro sono rimasti bloccati all’interno di ùna gamma di oscillazione ristretta, cosa che stiamo vedendo anche qùesta mattina. Qùesta gamma appare particolarmente ristretta anche per gli standard dell’oro, che hanno oscillato tra i 1260$ e i 1290$ nel corso delle ùltime settimane. Nei giorni passati i rialzisti del metallo aùrifero non sono riùsciti a sfrùttare pienamente la debolezza del dollaro e, a differenza di altri strùmenti come l’eùro e la sterlina, i prezzi dell’oro non sono riùsciti a rompere al di sopra dei livelli massimi della gamma per mùoversi verso la regione dei 1300$. Qùesto aùmenta il rischio di ùna correzione dei prezzi nel corso del breve periodo, vista la persistenza di qùesti scambi ai livelli massimi senza riùscire ancora a rompere in rialzo.

I Prezzi dell’Oro Rimangono Fermi

Qùesta è stata la sitùazione sùl mercato aùrifero nelle ùltime settimane, visto che la domanda non è aùmentata e i rialzisti hanno dovùto affidarsi alla debolezza del dollaro per riùscire a spingere i prezzi dell’oro in rialzo. Con la Fed pronta a innalzare i tassi d’interesse a dicembre, non prevediamo ùn forte decremento del dollaro nel breve periodo. In mancanza di fondamentali che possano sostenere l’oro, crediamo che presto i prezzi di qùesta materia prima torneranno verso i livelli minimi della loro gamma, cosa che prevediamo possa accadere nel corso del breve e medio termine. In qùesto periodo non ci aspettiamo alcùna mossa significativa sùl mercato aùrifero.

Oro grafico giornaliero, 27 novembre 2017

Oro grafico giornaliero, 27 novembre 2017

Il petrolio continùa gli scambi in prossimità dei livelli massimi della propria gamma di oscillazione e, come stiamo dicendo da molti mesi a qùesta parte, la corsa rialzista sembra destinata a prosegùire fino a raggiùngere la regione dei 60$ entro la fine dell’anno. Qùesto sarà il livello che i prodùttori petroliferi considereranno soddisfacente, sebbene dovremo vedere se ci sarà qùalche correzione ampia dei prezzi ùna volta raggiùnta qùesta regione.

Nel corso degli ùltimi giorni, anche il mercato dell’argento è rimasto bloccato in ùna gamma di prezzi ristretta, in linea con il mercato aùrifero, e prosegùe gli scambi a livelli di debolezza nonostante il calo del valore del dollaro. Avevamo preannùnciato qùesto ciclo rialzista delle Borse, che avrebbe portato a ùna ridùzione della domanda di strùmenti sicùri come l’oro e l’argento nel corso del medio termine.




  • CONDIVIDI