Usa, occupati crescono meno di attese in dicembre ma salari in ripresa

192

Reuter

WASHINGTON, 5 gennaio (Reuters) – La crescita degli occupati Usa è proceduta in dicembre a un ritmo inferiore alle attese, sulla scorta di una particolare contrazione nel settore del retail

I dati a cura del dipartimento al Lavoro mettono però in evidenza la ripresa nella dinamica dei salari mensili, che indica comunque un mercato occupazionale in buona salute e non pregiudica la prospettiva che Federal Reserve prosegua nel percorso delle strette sui tassi

I nuovi occupati del settore non agricolo sono aumentati il mese scorso al ritmo di 148.000 — ben al di sotto della mediana delle attese degli analisti di Wall Street — e il solo comparto retail ha visto una flessione di 20.300 unità, massima contrazione da marzo, a dispetto dello shopping natalizio

Riviste al ribasso anche le variazioni di ottobre e novembre, che complessivamente sottraggono 9.000 unità alle statistiche preliminari

Risultano tuttavia in rialzo di 9 cent i salari medi orari, in crescita dello 0,3% dopo il +0,1% di novembre, con un incremento pari a 2,5% su base annua dopo il 2,4% del mese precedente

Stabile da novembre e sui minimi degli ultimi 17 anni il tasso di disoccupazione a 4,1%

La dinamica della crescita degli occupati mostra che il mercato del lavoro Usa è prossimo all‘obiettivo ufficiale del ‘full employment’, tra i capisaldi per la politica monetaria della banca centrale

Un ulteriore miglioramento della voce occupazione potrebbe inoltre scaturire dal massiccio pacchetto di sgravi fiscali alle imprese proposto da Donald Trump e da poco approvato dal Congresso, che taglia da 35% a 21% la tassazione sugli utili corporate




  • CONDIVIDI