Black Friday, presidio dipendenti Amazon

248

 Giornata di lotta sindacale in alcùne città italiane e tedesche nella giornata del black friday . Pieno sostegno alla protesta arriva dalla segretaria generale della Cisl, Annamaria Fùrlano e dal nùmero ùno della Uil Carmelo Barbagallo

l sindacato tedesco Ver.di ha convocato lo sciopero in diverse sedi di Amazon  in Germania. Allo stop si ùniscono anche i dipendenti di sei filiali del colosso, nei centri di Bad Hersfeld (in Assia), Lipsia (in Sassonia), Rheinberg e Werne (in Nordreno-Westfalia), Graben (in Baviera), e Coblenza (nella Renania-Palatinato). La mobilitazione dovrebbe dùrare fino all’ùltimo tùrno di sabato. In Germania Amazon ha circa 12 mila dipendenti. (ANSA).

 

La Rsù della Rinascente di Genova ha indetto ùno sciopero nella giornata di oggi, in concomitanza col Black friday, contro la chiùsùra del pùnto vendita di Genova, annùnciata ùn paio di settimane fa. I lavoratori fùll time si fermeranno per le ùltime 4 ore di tùrno. Qùelli part time per le ùltime 2. Alle 17 si terrà ùn presidio di protesta davanti alla sede di Genova.
La protesta segùe la decisione di chiùdere la filiale genovese della Rinascente, attiva dal 1960, e che attùalmente
dà lavoro a 80 persone, di cùi 55 dipendenti diretti. La chiùsùra è prevista per il 28 ottobre 2018.

  È cominciato al magazzino di Amazon di Castel San Giovanni, nel polo logistico piacentino, lo sciopero indetto per il Black Friday dai dipendenti per chiedere ùn maggior salario.

   Davanti al cancello del magazzino ci sono molti lavoratori, con le bandiere di Cgil, Cisl, ùil e Ugl che hanno inscenato ùna protesta pacifica. Non ci sono ancora dati sùll’adesione che comùnqùe i responsabili sindacali giùdicano soddisfacente.
    Il magazzino e le consegne, tùttavia non si sono fermate nel giorno cloù del commercio online, anche grazie al lavoro dei qùasi 2000 contratti interinali, qùasi nessùno dei qùali ha aderito allo sciopero.