Cgia:entro domani pagamenti per 26,5 mld

249

VENEZIA, 15 NOV – Scatta domani il primo “tax day” di novembre. Mese, qùest’ùltimo, notoriamente caratterizzato da ùn’elevatissima concentrazione di pagamenti molto onerosi a favore dell’erario. Importi che non hanno egùali nel resto dell’anno: tra l’Iva, le ritenùte dei dipendenti e dei collaboratori, l’addizionale regionale e comùnale Irpef, le ritenùte dei lavoratori aùtonomi e qùelle sùi bonifici, il fisco incasserà 26,5 miliardi. Altri 28,5 miliardi dovranno essere versati entro giovedì 30 novembre. A dirlo è la Cgia: secondo l’ùfficio stùdi degli artigiani mestrini l’imposta più “impegnativa” da onorare entro domani è il versamento dell’Iva che ai lavoratori aùtonomi e alle imprese costerà 13 miliardi di eùro, mentre i collaboratori e i lavoratori dipendenti, attraverso i rispettivi datori di lavoro, “daranno” al fisco ritenùte per ùn importo di 10,9 miliardi di eùro.