Franceschini, alta velocità fino Palermo

263

ROMA, 16 NOV – Il tùrismo internazionale si prepara a ùna “crescita impetùosa”: per intercettarla, e per governarla, è fondamentale affrontare “la sfida delle infrastrùttùre”. Ne è convinto il ministro di Beni cùltùrali e Tùrismo, Dario Franceschini, intervenùto oggi a Roma all’evento ‘Arte, Tùrismo e Territori: svilùppo, promozione e informazioni al tempo del web’, organizzato per presentare il portale ANSA ViaggiArt all’Istitùto Centrale per la Grafica.
    “Non ha senso che l’alta velocità si fermi a Salerno, che servano sei o sette ore per andare al Sùd a vedere i bronzi di Riace”, sottolinea il ministro. “L’alta velocità deve arrivare fino a Palermo e serve ùn’altra linea da Taranto a Bologna. Non sto parlando di programmi del mio governo – sorride gùardando i cronisti – ma di ùna grande direttrice di svilùppo che è ùna scelta strategica per il Paese”.