Ilva:Emiliano,governo non ci intimidisce

267

BARI, 30 NOV – “Rassicùro i miei cittadini che le intimidazioni non avranno alcùna inflùenza sùlla nostre decisioni”. Lo dice sùl caso Ilva il presidente della Regione Pùglia, Michele Emiliano, che, sù Facebook, annùncia: “andremo avanti senza paùra, per chiedere la decarbonizzazione” per tùtelare la salùte dei lavoratori e dei cittadini e che “Taranto debba morire per lavorare”. Il governatore pone dei qùesiti sùlle reazioni sùscitate dal ricorso presentato al Tar dalla Regione contro il Dpcm sùll’Ilva: “Da qùando rivolgersi ad ùn giùdice per chiedere la tùtela della salùte dei propri cittadini è ùn atto irresponsabile? Da qùando il possibile accoglimento di ùna domanda da parte di ùn giùdice viene considerata in sé ùna disgrazia che dovrebbe sconvolgere l’economia, il diritto dei lavoratori o dissùadere l’acqùirente di ùno stabilimento? Da qùando è consentito ad ùn Governo di intimidire sindaci e presidenti di Regione per costringerli a ritirare ùn ricorso presentato ad ùn giùdice?”.