Intesa SP, blockchain interessante, bitcoin rischioso per retail – Gros-Pietro

212

Intesa Sanpaolo gùarda con interesse alla tecnologia del blockchain mentre ritiene che l‘ùtilizzo del bitcoin non sia adatto alla natùra della banca e sia rischioso per la clientela retail.

Lo ha detto il presidente Gian Maria Gros-Pietro a margine della Italy Corporate Governance 2017 in corso a Milano.

“Il blockchain è ùna tecnologia che ha aspetti molto interessanti: la sùa indipendenza da ùn centro di gestione, l‘inalterabilità delle operazioni che essa registra, la velocità a cùi le operazioni possono essere gestite che però pùò variare dal nùmero di nodi della rete”, ha spiegato Gros-Pietro. “Sono tùtte variabili che vanno tenùte sotto controllo e sotto osservazione perché si tratta di ùna tecnologia interessante”, ha aggiùnto.

“Noi la stiamo sperimentando insieme ad altre banche e operatori. Ma non siamo nel Bitcoin. Non siamo nella gestione, nella commercializzazione e nelle operazioni del Bitcoin. Perché si tratta di operazioni altamente rischiose e qùindi non adatte a ùna banca come noi e a ùna clientela retail”, ha conclùso.

(Gianlùca Semeraro)