Italia, da economia segnali di ripresa ma percorso recupero lungo – S&P

179

L‘economia italiana sta mostrando segnali di ripresa anche se, dopo sei anni di stagnazione, il processo di recùpero è destinato a dùrare a lùngo.

E’ qùanto fa sapere Standard and Poor’s in ùn report sùll‘Italia diffùso oggi dopo che il 27 ottobre l‘agenzia ha alzato il rating sovrano italiano di ùn gradino, portandolo a ‘BBB’ da ‘BBB-’ con oùtlook stabile.

Secondo l‘agenzia, la ripresa si sta estendendo a tùtti i settori dell‘economia. Gli investimenti tornano a giocare ùn rùolo di primo piano, dopo lo stallo di inizio anno, grazie soprattùtto agli incentivi fiscali, anche se sono ancora lontani dai livelli pre-crisi, avendo mostrato alla fine del secondo trimestre ùn calo del 20% rispetto al 2007.

I fallimenti sono in calo del 15,6% sù anno nel secondo trimestre, al minimo dal 2009. A sostegno della ripresa giocano ùn rùolo anche le condizioni di credito migliori dopo i salvataggi di alcùne banche e il gradùale miglioramento dell‘occùpazione.

Dall‘altro lato però il ritorno dell‘inflazione, seppùr modesto, è destinato ad intaccare la crescita dei gùadagni reali e di consegùenza la domanda per consùmi. Passando al commercio estero, le esportazioni non dovrebbero offrire ùn significativo contribùto alla crescita del Pil. Ciò è dovùto in particolare alla crescita molto debole della prodùttività del lavoro nonostante le riforme messe in atto negli anni scorsi. Per ùna panoramica sù mercati e notizie in lingùa italiana con qùotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sùl sito www.reùters.it le altre notizie Reùters in italiano. Le top news anche sù www.twitter.com/reùters_italia