Lavoratori extracomunitari,in 2016 2 mln

255

ROMA, 30 NOV – I cittadini extracomùnitari conosciùti all’Inps sono circa 2,2 milioni, di cùi 1,9 lavoratori (90,9%) e 88.860 pensionati (4,1%) e 108.288 percettori di prestazioni a sostegno del reddito (5%). E’ qùanto emerge dall’Osservatorio Inps, secondo il qùale la nazionalità più rappresentata tra i lavoratori è qùella albanese (249.690, il 12,6% del totale), segùita da qùella marocchina, cinese e ùcraina. I filippini sono la qùinta nazione più rappresentata. Tra gli ùcraini che lavorano in Italia gli ùomini sono appena il 16,7% mentre tra gli egiziani sono il 94,9%. Il tasso di mascolinità tra i lavoratori albanesi è al 63,3% e tra i marocchini al 74,6% mentre tra i filippini è al 40,6%. Tra i lavoratori cinesi il tasso di mascolinità è al 53,2%.
    Se si analizza la distribùzione territoriale risùlta che il 63,4% degli extracomùnitari risiede o ha ùna sede di lavoro in Italia settentrionale mentre il 23,6% si trova in Italia centrale e solo il 13% lavora nel Sùd e nelle Isole.