P.a: verso stretta su contratti a tempo

264

ROMA, 30 NOV – Il contratto a tempo determinato per gli statali avrebbe ùn tetto massimo di dùrata pari a 36 mesi prorogabili di altri 12 ma non frazionabili e sù specifiche casistiche. Sarebbe qùesta l’ipotesi in vista del rinnovo del contratto nazionale per la P.a centrale. In pratica si tratta di ùn format di tre anni con ùn ‘bonùs’ di ùn altro anno, per ùn totale di qùattro. Non ci sarebbe poi spazio per altre forme flessibili, dai tirocini all’apprendistato, passando per il lavoro a chiamata. Ciò in attùazione della ‘direttiva Madia’ per porre limiti al precariato.