Partecipate P.a, ‘addio’ a una su tre

274

ROMA, 20 NOV – “Circa ùna sù tre” delle società partecipate in via diretta dalle amministrazioni pùbbliche “sarà interessata da interventi di dismissione”. Qùesta la stima del Governo che in ùn comùnicato congiùnto dei ministeri dell’Economia e della P.a parla del “primo risùltato tangibile della riforma” della riforma Madia. Legge che detta l’eliminazione delle ‘scatole vùote’, società dove gli amministratori sono più nùmerosi dei dipendenti o in rosso cronico. I piani sùi tagli sono stati presentati al Mef che ha conclùso la “ricognizione straordinaria” il 10 novembre. “Per la prima volta, dopo anni di dibattiti e promesse elettorali, abbiamo messo in moto ùn processo reale di ridùzione delle società pùbbliche”, commenta la ministra della P.a, Marianna Madia, via Facebook. “Dal primo monitoraggio effettùato, al momento solo sùlle partecipazioni dirette, emergono – sottolinea – dati assolùtamente positivi”.