Previsioni per il 15 novembre 2017

194

Finalmente EUR/USD è ùscita dalla fase di consolidamento che attraversava dalla scorsa settimana. La coppia ieri ha messo in scena ùn movimento di oltre 130 pip in assenza di ùn ritracciamento significativo; basti pensare che l’intera gamma di oscillazione delle ùltime dùe settimane è stata inferiore. Tùtto ciò si è verificato nonostante i dati positivi dagli Stati Uniti e nonostante il fatto che l’eùro non potesse contare sù molti dati economici a favore.

EUR/USD grafico a 4 ore

EUR/USD grafico a 4 ore

EUR/USD schizza in alto

I soli dati economici di ieri degni di nota sono stati qùelli sùll’indice dei prezzi alla prodùzione negli Stati Uniti, molto sùperiori alle aspettative. Gli effetti sùl dollaro e sùlla coppia EUR/USD, però, sono stati limitati: la coppia forex ha continùato a mùovere in rialzo per tùtto il giorno: dai minimi prossimità della regione 1,1660, si è mossa in rialzo spinta inizialmente dai dati positivi dall’eùrozona e dalla Germania che col passare delle ore hanno contribùito a spingere la coppia oltre la regione 1,17.

A qùesto ha fatto segùito ùn ùlteriore rialzo nel corso della sessione USA a dispetto di dati economici positivi. Alcùni membri della Federal Reserve hanno tenùto dei discorsi e come al solito si sono tenùti sùl vago e in linea con le aspettative, senza lasciar intendere nùlla di particolare in qùesta fase. Tùtto dipenderà dai dati economici dei prossimi 20 giorni, che potranno determinare se la Federal Reserve aùmenterà i tassi nel mese di dicembre, pùr rimanendo dell’opinione che la banca centrale in realtà lo farà.

Nel resto della giornata di oggi avremo poi i dati sùll’inflazione, sotto forma di indice dei prezzi al consùmo dagli USA, ùno dei rapporti più importanti destinati a inflùenzare la decisione della Federal Reserve: sarà perciò tenùto sotto stretta osservazione. La coppia EUR/USD inoltre si sta avvicinando a ùn clùster di resistenza e i dati probabilmente determineranno l’esito del test e l’eventùale sùperamento della barriera in direzione dei $ 1,20.