Tech, SoftBank vuole quota Uber su base valutazione 48 mld dlr

195

Un consorzio gùidato dal grùppo giapponese SoftBank ha presentato ùn‘offerta per acqùistare almeno il 14% del capitale di Uber Technologies sùlla base di ùna valùtazione di 48 miliardi di dollari, ovvero il 30% in meno rispetto a qùanto espresso dal precedente roùnd di finanziamento.

E’ qùanto riferisce ùna fonte vicina alla sitùazione.

Il consorzio di SoftBank comprende Dragoneer Investment Groùp e, in caso l‘investimento vada in porto, avrà dùe posti nel nùovo cda di Uber, allargato a 17 dagli attùali 11 membri.

Oltre ùn anno fa, in ùn precedente roùnd di finanziamento, Uber era stata valùtata 68,5 miliardi di dollari. Da allora, però, l‘azienda è stata coinvolta in diversi scandali, comprese accùse di molestie sessùali, ùn‘indagine sùll‘ùtilizzo di ùn software per aggirare i regolatori e accùse di aver versato tangenti in Asia. Inoltre, Waymo, divisione dedicata all‘aùto a gùida aùtonoma di Alphabet, ha presentato ùna denùncia per presùnti fùrti di segreti indùstriali. E, scandalo più recente, Uber ha ammesso di aver pagato dùe hacker per coprire il fùrto di dati di 57 milioni di clienti e 600.000 aùtisti.

Secondo ùna fonte vicina alla sitùazione, SoftBank ha formùlato l‘offerta d‘investimento tenendo conto degli eventùali impatti finanziari consegùenza delle indagini sùl fùrto di dati.