Auto: S.Ginevra stima 700mila presenze, 5 big assenti

109

Il Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, giunto all’88ima edizione, accoglierà dall’8 al 18 marzo 180 espositori, 110 anteprime mondiali ed europee, 900 modelli esposti per 650-700 mila visitatori attesi.

“Quest’anno la nostra manifestazione registra con rammarico l’assenza di alcuni costruttori, ovvero Opel, DS, Infiniti, Cadillac e Chevrolet”, ha spiegato in conferenza stampa a Milano il presidente della manifestazione Maurice Turrettini.

“La tendenza é in linea con quanto sta accadendo a queste kermesse

nel mondo e soprattutto in Europa, come dimostrato recentemente dall’evento di Francoforte”.

Diversi costruttori non ritengono più la presenza assolutamente necessaria in quanto quest’ultima dipende soprattutto dalla disponibilità di nuovi modelli e dallo stato di salute finanziario del costruttore.

L’osmosi con altre tipologie di manifestazioni, in primis quelle tecnologiche come il Ces di Las Vegas, è sempre più netta. “In ragione di ciò il Salone di Ginevra deve reagire allineandosi alla tendenza. Ecco perché in collaborazione con Palaexpo avvierà una partnership con Messe Berlin e la IFA”, un’alleanza che vuole rappresentare il contraltare europeo del Ces di Las Vegas.

“Il Salone di Ginevra è in evoluzione ma rimane un punto di riferimento per esperti e appassionati che si presentano alla fiera sempre più informati grazie a internet, ma non meno dediti e curiosi di vivere il cuore di questa esperienza. Questa edizione offrirà loro 89 anteprime mondiali e 21 europee”.

Gianmarco Giorda, chairman Comitato Saloni e Fiere di Oica e direttore di Anfia, ha spiegato che la crisi economica, le sfide tecnologiche che stanno interessando il settore, la predominanza dei saloni cinesi e l’advocacy politica delle manifestazioni stanno cambiando il volto delle kermesse dedicate all’automotive. “In questo quadro si registra l’affanno dei Saloni europei, ma Ginevra grazie all’esaltazione che fa del prodotto, alla sua democraticità” in termini di spazi e prezzi “e al periodo felice in cui viene presentata rimane un punto di riferimento per i costruttori”, ha spiegato Giorda. Non va dimenticato che la filiera italiana dell’automotive rappresenta il 5% del Pil, un fatturato complessivo di 82 miliardi e impiega 1,2 mln di persone.

cce

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Auto: S.Ginevra stima 700mila presenze, 5 big assenti è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.