Auto: Unrae, acquisito nuovi veicoli va incentivato con detrazioni

107

Detrarre parte dei costi di acquisto di un nuovo veicolo a fronte della rottamazione di un ante euro 3 e, come in Francia, estendere la detraibilità anche agli acquisti di usato Euro 5 e 6 con la rottamazione.

Con queste due proposte di Romano Valente, direttore generale di Unrae (unione nazionale rappresentanti autoveicoli esteri), ha inaugurato gli Stati Generali della Mobilità, evento organizzato da Federmotorizzazione (in collaborazione con Assomobilità) e che si è svolto oggi a Milano.

Le proposte si collegano all’allarme lanciato dalla stessa Unrae sull’anzianità e sulla velocità di smaltimento del parco veicoli circolanti in Italia. Sul fronte delle auto, infatti, gli ante Euro si smaltiscono in 30 anni (dati 2016), gli Euro 1 in 25 e gli Euro 2 in 10. Per quanto riguarda i veicoli commerciali, la velocità di uscita degli ante Euro 2 è di 44 anni e di 23 per gli Euro 2. Per quanto riguarda i veicoli industriali, ci vorranno tra gli 11 e i 18 anni.

Francesco Fenoglio, presidente di Unrae veicoli industriali, ha aggiunto che la guida autonoma sarà una realtà prima per i veicoli industriali e, in un secondo momento, per le auto. Proprio per questo, l’associazione sta già lavorando con Anas su questo fronte.

Fenoglio ha lanciato anche i suoi allarmi: oggi solo il 4,2% dei veicoli industriali ha sistemi di sicurezza avanzati obbligatori dal novembre 2015, il settore ha lasciato per strada 160.000 dipendenti dal 2008 e l’Italia, a causa del calo delle immatricolazioni di veicoli industriali, perde 2 miliardi di tasse ogni anno.

red/fco

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Auto: Unrae, acquisito nuovi veicoli va incentivato con detrazioni è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.