Chef Express: vendite 2017 a 590 mln, in 2018 punta a 660 mln (fonte)

108

Chef Express si prepara ad archiviare il 2017 con un fatturato in crescita a 590 milioni di euro dai 512 milioni di giro d’affari riportati al termine dell’esercizio precedente.

La società del gruppo Cremonini è uno dei principali operatori italiani della ristorazione nei contesti di viaggio come stazioni ferroviarie, aeroporti e aree di servizio autostradali. Ambiti nei quali l’azienda – secondo quanto ha appreso MF-DowJones da una fonte vicina alla società – ha pianificato un’espansione a ritmi sostenuti anche nel 2018, con vendite attese a 660 milioni di euro per un progresso tendenziale a doppia cifra.

La salute del gruppo modenese – le cui vendite a livello consolidato nel 2017 dovrebbero attestarsi a oltre quattro miliardi di euro – è destinata a trovare conferme anche sulla forza lavoro, fronte su cui nell’anno in corso sono attese 900 assunzioni sulla catena di ristoranti-bisteccheria RoadHouse e 100 su Chef Express.

Complessivamente, nel 2017 gli investimenti sostenuti nella ristorazione sono ammontati a circa 70 milioni, di cui oltre 20 milioni sono serviti per rafforzare la crescita lungo le dorsali autostradali. Su questo fronte, questa mattina Chef Express ha inaugurato la cinquantunesima area di servizio in Italia, traguardo raggiunto in poco più di dieci anni dalla decisione di debuttare nel segmento della ristorazione in concessione.

ofb

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Chef Express: vendite 2017 a 590 mln, in 2018 punta a 660 mln (fonte) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.