Imprese: Carrara-Pillarstone, Lediberg sfida Moleskine (MF)

276

Battaglia all’ultima agenda. La sfida al marchio più

famoso, Moleskine, azienda che da inizio 2017 non parla più italiano

essendo stata rilevata dalla famiglia belga dei D’Ieteren, parte da

Bergamo.

Perché, secondo quanto appreso da MF-Milano Finanza in ambienti

finanziari e industriali, sta per essere definito il futuro del gruppo

Lediberg, azienda orobica da 146 milioni di fatturato (dato di bilancio

relativo al 2014, ultimo documento contabile disponibile e approvato) ma

con debiti nei confronti del sistema bancario per 85 milioni che dal 2014

fa riferimento al fondo libanese Iris Capital fund, rappresentato dal

presidente Andre Nadim El Rami. Perché è in dirittura d’arrivo l’accordo

che vedrà il tandem rappresentato dall’imprenditore Marzio Carrara e il

fondo distressed Pillarstone prendere le redini della stessa Lediberg, in

seguito all’accordo definito da Pillarstone con gli istituti di credito,

in particolare Unicredit e Intesa Sanpaolo.

Si andrà così a comporre un mosaico che vede Carrara azionista di

riferimento del veicolo costituito da una serie di imprenditori

bergamaschi, che di recente ha acquisito dal fondo tedesco Bavaria

Industries Group la Arti Group (100 milioni i ricavi del 2017), società

che ingloba il Nuovo istituto italiano di arti grafiche di Bergamo e la

Eurogravure di Treviglio. Con l’acquisizione di Lediberg si andrà così a

comporre un nuovo polo grafico e di stampa che avrà quali marchi di spicco

la Castelli Bolis Poligrafiche e la produzione di accessori per ufficio

con il brand Nazareno Gabrielli.

fch

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Imprese: Carrara-Pillarstone, Lediberg sfida Moleskine (MF) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.