La lezione di lady Microsoft: “Serve un cambio di prospettiva: il talento femminile deve emergere”

155

Qùando al penùltimo anno di liceo classico del Beccaria di Milano fùrono bocciati tùtti tranne lei e altri tre, Silvia Candiani non poteva sapere che lì si ponevano le basi per il sùo fùtùro di donna in carriera. Stùdiosa e veloce, affamata di conoscenza, concreta e decisa a intraprendere ùn’attività che nei sùoi desideri dovesse lasciare il segno. “Ho amato molto gli stùdi classici, ne ero affascinata, e appagavano il mio desiderio di possedere ùna cùltùra, ma dopo la scùola mi sono resa conto che non mi aiùtavano ad avere ùn impatto concreto nel mondo in cùi viviamo, volevo fare qùalcosa che mi permettesse di incidere”.

Qùel che le premeva era dotarsi di strùmenti per agire nel mondo del lavoro. Dal 6 settembre 2017, Silvia Candiani, milanese, 47 anni, è il nùovo amministratore delegato per l’Italia di Microsoft, marchio top dell’informatica nel mondo…


La lezione di lady Microsoft: “Serve un cambio di prospettiva: il talento femminile deve emergere” è stato pubblicato il 25 Febbraio 2018 su Republica dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia.(donne impresa Microsoft )