Milan: per il debito torna in scena Hps (MF)

92

In primavera si conoscerà il futuro finanziario del

Milan e del suo azionista Yonghong Li. Perché, come è noto, tra marzo e

aprile, il club rossonero e l’imprenditore cinese vogliono chiudere, in

anticipo di un semestre la scadenza naturale, ottobre, del rapporto con il

fondo Elliott che ha prestato 303 milioni alla Rossoneri Sport Investment

per completare l’acquisizione dal club rossonero dalla Fininvest della

famiglia Berlusconi.

E mentre oggi è in calendario il cda della società guidata dall’ad Marco

Fassone per definire e approvare il versamenteo dell’ultima tranche (10-11

milioni) dell’aumento di capitale di 60 milioni di euro deliberato

nell’aprile di un anno fa (inizialmente il consiglio doveva riunirsi

ieri), advisor, avvocati e banchieri sono al lavoro per trovare la

quadratura del cerchio sull’operazione di rifinanziamento complessivo che

potrebbe arrivare a toccare la soglia dei 400 milioni. La novità delle

ultime ore, secondo più fonti finanziarie interpellate da MF-Milano

Finanza, è l’attivismo dell’americana Hps Investment Partners, spin-off

dell’hedge fund Usa Highbridge, che sta cercando di rientrare in pista

sull’affare dopo vari mesi di analisi del dossier e un iniziale approccio,

a gennaio, con i vertici del Milan o gli emissari di Yonghong Li.

red/lab

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Milan: per il debito torna in scena Hps (MF) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.