Ue: Gentiloni, tra priorità bilancio ci sia politica migratoria

111

“Non c’è dubbio che rispetto al bilancio di alcuni anni fa, oggi, quando si discute il bilancio dal 2021, bisogna considerare che la priorità della questione migratoria deve diventare una parte fondamentale dell’impegno finanziario della Ue”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, lasciando il vertice informale dei capi di Stato e di Governo a Bruxelles. “Oggi c’è stata una prima discussione sul bilancio pluriennale dal 2021 – ha riferito Gentiloni – andrà avanti a lungo. Uno dei temi su cui si è dibattuto è stato se si concluderà la discussione entro giugno dell’anno prossimo o se bisognerà andare con il prossimo Parlamento europeo, tra la fine del 2019 e l’inizio del 2020. La volta scorsa si impiegò circa un anno e mezzo, stavolta qualcuno dice che si potrebbe fare tutto in un anno, ma non è detto”.

“Dal nostro punto di vista – ha proseguito – un’importante sottolineatura che abbiamo fatto noi e anche il presidente Tusk riguarda i fondi da mettere a disposizione per la Libia nell’immediato, e non nel 2021”.

La discussione sul bilancio pluriennale “andrà avanti, il meccanismo richiede l’approvazione all’unanimità del bilancio da parte del Consiglio europeo, ogni Paese ha una grandissima influenza”.

rov

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Ue: Gentiloni, tra priorità bilancio ci sia politica migratoria è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.