Usa: da Corte Suprema no a fine programma protezione per “dreamers”

97

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha respinto l’istanza dell’amministrazione Trump contro una sentenza che impediva di cancellare il programma che fornisce protezione e permessi di lavoro per i migranti irregolari che arrivano negli Usa da bambini, i cosiddetti “dreamers”.

La decisione della Corte fa sì che il programma, chiamato Daca (Deferred Action for Childhood Arrivals) rimanga in vigore nel prossimo futuro, mentre prosegue il dibattito al Congresso.

Due giudici di tribunali interiori hanno emesso delle ordinanze che impediscono alla Casa Bianca di porre fine al programma Daca; oggi la Corte Suprema ha respinto un’inusuale richiesta da parte del Dipartimento di Giustizia, che ha chiesto ai giudici di intervenire in questo momento anche se l’azione legale sulla cancellazione presso i tribunali di grado inferiore non si è ancora conclusa. I tribunali di appello non si sono ancora espressi su questi casi.

La Corte suprema non accoglie quasi mai questo tipo di richieste ma il Dipaertimento, citando questioni di opportunità di tempo, ha sostenuto che la Corte avrebbe dovuto pronunciarsi senza ritardi. Questo non ha influenzato i giudici, che hanno respinto l’istanza.

rov

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Usa: da Corte Suprema no a fine programma protezione per “dreamers” è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.