WALL STREET: rallenta, mercato teme 4 rialzi tassi Fed

105

Wall Street ha virato in negativo, il dollaro si è rafforzato e i rendimenti dei Treasury hanno accelerato al rialzo quando il presidente della Federal Reserve, Jerome Powell, ha evidenziato che l’outlook economico è migliorato da dicembre, frase considerata da falco dal mercato e che potrebbe implicare quattro rialzi dei tassi di interesse nel 2018 rispetto ai tre già scontati.

Il Dow Jones scende frazionalmente dello 0,09%, l’S&P 500 dello 0,31% e il Nasdaq Composite dello 0,44%. Sul valutario il cambio euro/usd ha aggiornato il minimo a 1,2221 e sull’obbligazionario il rendimento del Treasury biennale è in rialzo al 2,266% e quello del decennale di nuovo sopra il 2,9% al 2,916%.

Sulla base degli ultimi dati, si è visto un rafforzamento dell’economia degli Stati Uniti rispetto alle proiezioni di dicembre, ha affermato infatti Powell. Questi dati “aggiungono fiducia” sul fatto che l’inflazione statunitense si stia muovendo verso il target del 2% dell’Istituto, ha sottolineato il banchiere.

Le parole del numero uno dell’autorità monetaria di Washington sono giunte in risposta a una domanda sul possibile incremento del numero di rialzi dei tassi d’interesse previsti per il 2018 da parte della Fed, decisione che Powell ha dichiarato di non voler “pregiudicare”.

In base al livello attuale dei future sui Fed fund, la probabilità di almeno quattro aumenti del costo del denaro è salita al 32%, rispetto al 24% di ieri e al 23% del mese scorso. Un rialzo dei tassi da parte del Federal Open Market Committee della Banca centrale americana in occasione della riunione del 20 e 21 marzo è invece quotato all’87%.

alb/fpc

alberto.chimenti@mfdowjones.it

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


WALL STREET: rallenta, mercato teme 4 rialzi tassi Fed è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.