Cdp: Tesoro sposta assemblea su nomine a fine giugno (Mess)

147

La partita più importante che si giocherà quest’anno, riguarda la Cdp, la Cassa depositi e prestiti.

Lo scrive il Messaggero spiegando che il Tesoro ha spostato l’assemblea alla fine di giugno per lasciare libertà di scelta al prossimo governo. La riconferma dell’a.d. Fabio Gallia sembra difficile, e lo stesso Gallia non sembrerebbe intenzionato a rimanere. Il presidente Claudio Costamagna, scelto dalle fondazioni, ha qualche chance in più di riconferma. Se decidesse di lasciare, si potrebbe profilare l’arrivo di un profilo più “politico”, come era stato nel caso di Franco Bassanini. Diverse candidature circolano in questi giorni per la carica di a.d., da quella di Dario Scannapieco della Bei, molto vicino a Mario Draghi, a quelle interne di Salvatore Sardo, attuale capo delle operazioni, a quella del Cfo Carlo Palermo.

Altro dossier caldo è quello del Gse, il Gestore dei servizi energetici, che gestisce i fondi miliardari delle energie rinnovabili. Proprio su questa società potrebbero concentrarsi le mire del M5S, che nella sua politica punta molto allo sviluppo dei settori “verdi” e sulle nuove fonti energetiche. Qualche mese in più resta per scegliere, invece, il successore di Giovanni Pitruzzella all’Antitrust, il cui mandato scadrà a novembre. Tra le nomine indirette, infine, spiccano quelle in Saipem, dove al posto del presidente Paolo Colombo dovrebbe arrivare Francesco Caio, l’ex amministratore delegato di Poste italiane.

red/alu

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Cdp: Tesoro sposta assemblea su nomine a fine giugno (Mess) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.