I miliardari russi in terra ostile a «Londongrad»

143

Il giorno in cùi la primo ministro britannica Theresa May ha espùlso 23 diplomatici rùssi per indignazione nei confronti del Cremlino, i banchieri della City a Londra erano impegnati ad annotare alacremente le commissioni relative all’emissione di bond rùssi per svariati miliardi di dollari. Poche ore dop…

Fonte