Pd: Richetti; rischia estinzione, primarie per leader (CorSera)

113

“Il Pd rischia l’estinzione” e può ritrovare il suo popolo solo ripartendo dall’opposizione, con una “traversata nel deserto” e un segretario incoronato dalle primarie. E’ questa la ricetta del senatore Matteo Richetti, pronto a correre per il Nazareno.

“Sia Il M5S che la Lega usano il Pd per mandarsi i messaggi. Io non mi riconosco nelle letture bizzarre di chi, nel mio partito, dice che gli elettori ci hanno mandato all’opposizione”, osserva aggiungendo che “noi dobbiamo fare opposizione perché il nostro progetto di Paese è alternativo e incompatibile rispetto a quello di Grillo e Salvini. Come si fa a pensare che il Pd possa condividere un solo giorno di governo con chi vuole l’abolizione della Fornero, il reddito di cittadinanza, o Il superamento dell’obbligo delle vaccinazioni?”.

Inoltre, continua, “trovo aberrante pensare che, se il M5S non trova i voti della Lega, noi dobbiamo metterci i nostri. La sola idea che una forza politica possa indifferentemente allearsi con noi o con Salvini è la fine della politica come provetto”.

Sulle primarie, “trovo surreale che un pezzo forse maggioritario del Pd dica che le primarie non servono più. E’ lo strumento con cui abbiamo eletto Prodi, Veltroni, Bersani, Renzi e dato un profilo al partito. Far concludere il mandato della segreteria Renzi con una assemblea senza primarie sarebbe un errore clamoroso. Se vuoi ricostruire dopo il risultato peggiore dal dopoguerra, devi rivolgerti al tuo popolo”, conclude.

pev

MF-DJ NEWS

2909:21 mar 2018

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Pd: Richetti; rischia estinzione, primarie per leader (CorSera) è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.