Ternienergia: da Cda rinvio ok a bilancio per completare rilancio

102

Il Cda di TerniEnergia ha deliberato di rinviare l’approvazione del progetto di bilancio d’esercizio chiuso al 31 dicembre 2017 e del bilancio consolidato.

Tale rinvio, informa una nota, si rende necessario in ragione dell’opportunità di completare, prima dell’approvazione del bilancio,

il nuovo piano di risanamento e rilancio, volto a perseguire, nel medio periodo, la trasformazione della società in una smart company e il superamento dell’attuale situazione di tensione finanziaria del gruppo,

sulla base delle linee guida strategiche individuate dal Board.

Il bilancio consolidato e il progetto di bilancio d’esercizio saranno quindi esaminati e approvati nel corso di una riunione del Board il prossimo 27 aprile.

Le linee guida del Piano risiedono nell’alienazione degli assets industriali detenuti sia nel settore fotovoltaico sia in quello cleantech; nella razionalizzazione e semplificazione del gruppo TerniEnergia, che porterà all’accorpamento di alcune entità, nell’ottica di una riduzione dei costi per servizi e di struttura di TerniEnergia; nella valorizzazione dei punti di forza tecnologici del gruppo mediante lo sviluppo e rafforzamento delle linee di business ad alto contenuto tecnologico, prevalentemente basate sulle attività attualmente in capo a Softeco. Per la redazione del summenzionato piano, TerniEnergia è assistita da Kpmg Advisory in qualità di advisor finanziario.

La società, prosegue il comunicato, conferma l’obiettivo di generare risparmi nei costi fissi e di struttura individuati in 2 milioni di euro; la tempestiva conduzione dell’eccedenza occupazionale attraverso il ricorso alla Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS) per 45 dipendenti, in luogo del licenziamento collettivo di 66 unità che avrebbe comportato costi immediati e rilevanti, ha consentito una gestione finanziariamente e socialmente più sostenibile di tale situazione. Con riferimento all’obiettivo di alienazione di impianti fotovoltaici non strategici per circa 30 Mw posseduti da SPV o JV è stato sottoscritto in data 16 marzo 2018 il contratto per la cessione di 10 impianti fotovoltaici per complessivi 11 Mw, sottoposto ad alcune condizioni. Si precisa che la controparte dell’operazione è la società Sonnedix San Giorgio S.r.l, società interamente posseduta da investitori istituzionali advised da J.P. Morgan Asset Management. In relazione alla potenziale alienazione di Newcoenergy Srl, proprietaria delle autorizzazioni e degli immobili del biodigestore di Calimera (Le) in corso di costruzione, programmata al fine di evitare investimenti ad elevata intensità di capitale, sono pervenute alla società alcune manifestazioni di interesse per le quali sono stati sottoscritti i relativi Nda per l’avvio di trattative propedeutiche alla vendita.

com/cce

Copyright (c) 2018 MF-Dow Jones News Srl


Ternienergia: da Cda rinvio ok a bilancio per completare rilancio è stato pubblicato su Dow Jones News dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia e mercati.