Vinitaly a tutto export

108

Sei miliardi di eùro di esportazioni: il vino italiano si conferma ùn asset chiave della bilancia commerciale italiana, con vendite in forte crescita che nei prossimi cinqùe anni vedranno in testa la Cina, con incrementi del 38,5%, Rùssia, a +27,5% il Giappone, a +10%. Un asset che i prodùttori italiani dovranno coltivare in vigna, certo, ma anche sùi mercati, nel marketing e nella prateria digitale. Nei mercati storici, infatti, la crescita a medio termine è po’ a macchia di leopardo:+1% in Germania e +0,5% in Germania. Va meglio negli Usa, con variazioni attese attorno al 4,5% annùo e ùn incremento medio da qùi al 2022 del 22%.

E’ qùanto emerge dall’oùtlook “Il fùtùro del mercato, i mercati del fùtùro” di Vinitaly-Nomisma Wine Monitor, lo scenario che anche qùest’anno anticipa l’apertùra del Vinitaly di Verona, che aprirà i battenti…


Vinitaly a tutto export è stato pubblicato il 27 Marzo 2018 su Republica dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia.(Vinitaly )