Da Macron ai gilet gialli, come è cambiata la strategia dei Cinque stelle in vista delle europee

20

Lo “tsunami politico” annunciato dal leader politico dei Cinque Stelle Luigi Di Maio in vista delle elezioni europee passa anche attraverso l’apertura di un dialogo con i gilet gialli. Un sodalizio con questo movimento dal chiaro orientamento anti macroniano, registrerebbe un cambiamento di rotta rispetto a una strategia che in passato, nei giorni della campagna elettorale che hanno preceduto le politiche del 4 marzo, ha visto i pentastellati guardare proprio dalla parte del presidente francese, alla ricerca di un interlocutore in Europa.

Considerato che Di Maio ha annunciato che a breve M5s avvierà contatti e organizzerà un incontro con i gilet gialli, il cambiamento di rotta sembrerebbe quindi all’orizzonte. Ad allontanare Di Maio da Macron è stato soprattutto il nodo migranti, con l’Italia, svantaggiata in quanto paese di primo approdo, a premere per una gestione più condivisa dei flussi, e il francese a chiudere, nei fatti, a questa richiesta.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer