Esselunga, Marina e Giuliana Caprotti esercitano call per salire a 100%

2

Marina Caprotti e la madre Giuliana Albera, proprietarie in trasparenza del 70% di Esselunga, hanno esercitato il diritto che le porterà a rilevare il restante 30% in mano a Violetta e Giuseppe Caprotti.

Lo dice una nota pubblicata sul sito della società l’11 gennaio.

Esselunga è controllata al 100% da Supermarkets Italiani e Marina e Giuliana ne detengono il controllo tramite Unione Fiduciaria Spa.

L’opzione call è stata siglata nel 2017 nell’ambito di un accordo tra i due rami della famiglia sull’eredità del fondatore Bernardo Caprotti, scomparso l’anno prima. Doveva essere esercitata entro il 2021.

L’Ipo è sempre stata l’opzione principale per il futuro di Esselunga, anche per consentire l’uscita dei due soci di minoranza, ma lo scorso ottobre alcune fonti avevano spiegato che Marina era intanto in cerca di partner finanziari per acquisire le partecipazioni in mano…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer