Torino-Lione, Chiamparino: mini Tav è una bufala, facciano partire bandi

13

Dossier Tav ancora al centro della scena, dopo le ultime tensioni della maggioranza, con la Lega favorevole e il vicepremier Luigi Di Maio assediato dai No-Tav M5S e a rischio scomunica del “garante” Grillo se alla fine acconsentirà alla grande opera Torino-Lione. Sotto i riflettori c’è soprattutto la cosiddetta “mini-Tav”, alternativa low cost basata sul ridimensionamento del tracciato italiano (senza effetti sul tunnel base, che sarebbe confermato), che molti considerano l’unica via d’uscita (insieme allo stop alla stazione internazionale di Susa) all’impasse. Soluzione che permetterebbe ai Cinquestelle di salvare la faccia rispetto a una buona fetta di elettori. «La mini Tav è una bufala», attacca però il presidente dem della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, in pressing sul Governo per evitare un compromesso che penalizzerebbe il Piemonte.

GUARDA IL VIDEO: Lega: avanti su mini-Tav o referendum in Piemonte

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer