Borsa: banche, energia frenano Milano

2

Seduta in calo per Piazza Affari così come per buona parte dei listini europei che guardano alle trimestrali ed ai timori sulla crescita globale, in attesa di segnali sul fronte del commercio internazionale.

Il Ftse Mib lascia sul terreno lo 0,79% a 21.274 punti.

Stabile lo spread tra btp e bund in area 264 punti base.

Vendite in particolare sui bancari con un calo del 3,58% per Ubi banca.

Tra i titoli in sofferenza anche la Juventus (-5,56%).

Frena poi l’energia con le quotazioni del petrolio in tensione.

Tenaris a fine giornata cede il 2,15%, Eni l’1,57% dopo i conti sotto le attese degli analisti, Saipem l’1,31%, Snam l’1,07%.

Di contro, buon passo per Stm (+5,05%) con la previsione di crescita nel 2019.

Rialzi poi per Prysmian (+1,66%), Atlantia (+1,38%) sulle indiscrezioni sul coinvolgimento per il salvataggio di Alitalia.

Fuori dal paniere principale sale Astaldi (+1,22%) con l’offerta da parte di Salini (-1,17%) che sarà presentata nei tempi, ossia entro il 20 maggio

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer