Borsa Milano debole, giù Juve e Fca

3

Giornata debole a Piazza Affari, chiusa in calo dello 0,27%, in controtendenza rispetto alle principali Borse europee, coi dati dell’Eurostat sul debito 2018 salito al 132,2% del Pil e il deficit sceso al 2,1%.

Lo spread in rialzo ha pesato sulle banche: Unicredit (-3,29%), frenata anche dallo stacco delle cedole, Banco Bpm (-1,78%), Mediobanca (-1,18%), Ubi (-1,03%), Bper (-0,98%) e Intesa (-0,49%).

Fuori dal Ftse Mib giù Mps (-3,30%).

La peggiore sul listino è però la Juventus (-5,55%), sulla scia dell’esclusione dalla Champions, nonostante lo scudetto già in tasca.

In flessione la Lazio (-5,71%), in vista dello scontro di Coppa Italia col Milan.

Male Fca (-4,46%) e Cnh (-0,91%), tra i titoli che hanno staccato cedole

Il prezzo del petrolio, in aumento dopo il blocco delle importazioni dall’Iran, ha trainato Tenaris (+3,49%), Saipem (+2,91%) e Eni (+2,37%).

Soffre Stm (-3,43%),insieme al comparto dopo il rinvio del lancio del Galaxy pieghevole di Samsung, e in attesa dei conti domani

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer