Dipendenze: Sos giovani su droghe psicotrope, tabacco, binge drinking e gioco

14

Il 47,3% degli studenti tra i 14 e i 17 anni ha fatto uso di tabacco (l’11% fuma abitualmente), mentre il 34,2% ha riferito di aver usato almeno una volta una sostanza psicoattiva illegale. E 700mila minorenni nel 2018 hanno giocato d’azzardo almeno una volta. Questi i principali dati diffusi all’Università Luiss Guido Carli di Roma, in occasione del 3° Forum “Un Check-up per l’Italia”, promosso dalla Fondazione Biagio Agnes. Titolo: “Vecchie e nuove dipendenze: dal alcol, fumo e droghe a Internet e ludopatie”. «I nostri interlocutori privilegiati sono i giovani e le loro famiglie – spiega la presidente della Fondazione, Simona Agnes – perché servono misure concrete di prevenzione. La prossima edizione, in autunno, sarà dedicata a sport e salute».

«Per le dipendenze il dato più preoccupante riguarda le sostanze psicoattive – sono 106 le nuove molecole intercettate in Italia negli ultimi mesi – che soprattutto i giovanissimi acquistano via Internet senza conoscerne gli effetti e quindi facendo da cavie», spiega Roberta Pacifici, direttore del Centro nazionale Dipendenze e Doping dell’Istituto superiore di Sanità, che coordina su indicazione del Dipartimento Politiche anti droga il Sistema nazionale di allerta precoce sulle nuove sostanze psicoattive, segnalandone la presenza sul territorio italiano (dai Sert ai Pronto soccorso alla Polizia) e in Europa.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer