Droni, una task force a guida italiana per le nuove regole

1

ROMA – Oltre 100mila droni attraversano i cieli europei. Un dato destinato a raddoppiare entro 5 anni.  E sono solo quelli utilizzati a fini professionali. Lo dice l’European Drones Outlook study che fornisce i numeri di una flotta inarrestabile in grado, in un futuro prossimo, di fornire più servizi di utilità quotidiana come la consegna di pacchi e posta. Che ha bisogno, però, di regole certe e uguali per tutti.

A questo ci ha pensato la Ue che tra fine maggio e inizio giugno pubblicherà sulla Gazzetta ufficiale il testo del nuovo regolamento unico europeo di Easa – licenziato qualche settimane fa a Bruxelles – al quale dovranno adeguarsi gli stati membri, entro massimo tre anni. Misure condivise alle quali accostare requisiti di sicurezza standardizzati. Insomma se il regolamento è stato fatto ora si dovrà fornire indicazioni ben precise. Dettagli non certo trascurabili. E a suggerirli sar…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer