Harley Davidson, frenano profitti e vendite. Trump minaccia ritorsioni contro la Ue

3

New York – Harley Davidson soffre, svelando conti segnati da un calo dei profitti di oltre un quarto nel primo trimestre dell’anno. E risveglia gli amori-odii di Donald Trump: il suo rapporto conflittuale con la storica azienda di motociclette americana è tornato a propendere per gli affetti. Riservando gli odii invece per il “nemico” europeo, che – a detta del Presidente – sarebbe colpevole con le sue pratiche commerciali del colpo di freno nel bilancio e contro il quale minaccia nuove, imprecisate rappresaglie.

«Harley Davidson ha dovuto lottare con i dazi della Ue, pagando oggi il 31 per cento – ha twittato Trump – Ha dovuto spostare la produzione oltreoceano per ovviare ad alcuni di questi dazi che l’hanno colpita e che saliranno al 66% nel giugno del 2021». Poi la nuova minaccia agli alleati d’oltreatlantico: «Così ingiusto nei confronti degli Stati Uniti. Faremo altrettanto».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer