Accordo fra Usa e Cina ancora lontano, entrano in vigore i nuovi dazi

8

Scattato alla mezzanotte di Washington (le 6 del mattino in Italia) l’aumento dei dazi Usa su 200 miliardi di dollari di beni ‘made in China’, dal 10% al 25%. Ma nella capitale statunitense si continua a trattare e nelle prossime ore torneranno a vedersi le due delegazioni guidate da una parte dal responsabile Usa al commercio Robert Lighthizer e dal segretario al Tesoro americano Steve Mnuchin, e dall’altra dal vicepremier cinese Liu He. La prima giornata di colloqui non ha portato all’auspicato accordo per evitare le nuove misure volute da Donald Trump.

Il vicepremier cinese Liu He ha detto di essere andato a Washington “con sincerità” e che altri rialzi dei dazi “non sono la soluzione del problema”. In una intervista alla tv statale Cctv, Liu ha aggiunto di puntare con i colloqui a porre…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer