Belpietro direttore dell’Unità per un giorno: «Me l’ha chiesto l’editore»

13

Maurizio Belpietro firmerà il numero dell’Unità in edicola domani. La notizia è stata resa nota dal Comitato di redazione che ha parlato di «gesto gravissimo». L’Unità, di proprietà di Piesse, non è in edicola da due anni, ma l’editore è obbligato a pubblicare almeno un numero all’anno per evitare che la testata decada. Il 25 maggio dell’anno scorso il giornale era tornato nelle edicole di Roma e Milano per un giorno. La carica di direttore era stata assunta in quel caso da Luca Falcone. Per il cdr si tratta dell’ «ultimo affronto alla storia del quotidiano fondato da Antonio Gramsci». Che «è arrivato questo pomeriggio all’improvviso e senza alcuna comunicazione al Comitato di redazione da parte dell’amministratore delegato Guido Stefanelli quando in redazione era in chiusura il numero speciale realizzato per evitare la decadenza della testata. Si tratta di un gesto gravissimo, un insulto alla tradizione politica di questo giornale e della sinistra italiana prima ancora che una violazione delle norme contrattuali».

Belpietro: me l’ha chiesto l’editore
«Conosco gli editori dell’Unità che, siccome dovevano far ritornare il giornale in edicola per un giorno per non far decadere la testata, mi hanno chiesto se potevo firmarla. Pur non condividendo nulla di quanto è mai stato scritto su quel giornale, ho accettato perché è un gesto che serve a garantire la libertà di stampa», ha dichiarato Belpietro all’Ansa. «Il mio – ha dichiarato Belpietro – è un impegno solo per un giorno. Poi, se vorranno provare a rilanciarla in futuro, lo faranno con qualcun altro». «Perchè proprio io? Questo bisogna chiederlo all’editore. Forse perché in questi anni mi sono impegnato a rilanciare le testate, anche fondandone una». Quanto alle proteste della redazione, Belpietro ha dichiarato di non capire «perché, non sono intervenuto su quel giornale. Non ho messo una virgola. Capisco che a qualcuno possa dispiacere la mia direzione, ma le cose le hanno scritte loro. Ho solo dato la possibilità al quotidiano di essere in edicola».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer