Borsa Milano in netto calo su timori Usa-Cina, giù industria e banche

8

Piazza Affari chiude in netto ribasso con il resto d’Europa e Wall Street, in forte apprensione per l’esito dei negoziati commerciali tra Usa e Cina, in questi giorni cruciali di negoziato.

I bancari italiani chiudono tutto sommato in linea con l’indice europeo, nonostante il “no” di Blackrock all’intervento in Carige. Sprofondano BANCO BPM e AZIMUT dopo i risultati del trimestre. Banco Bpm ha deluso il mercato sul fronte dei ricavi core. Le big UNICREDIT e INTESA SANPAOLO sono in linea con l’indice di settore. MPS, a più alta volatilità, cala di oltre il 4%.

Industriali sotto pressione con PRYSMIAN, CNH INDUSTRIAL, FIAT CHRYSLER e altri, che perdono il 4% circa sui timori per l’impatto di una guerra commerciale.

STM segna un -5% sempre sulle preoccupazioni per il commercio.

In controtendenza LEONARDO dopo i dati.

Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer