Debito Italia, arrivata la lettera Ue. Chiesti chiarimenti entro venerdì

12

BRUXELLES – Come previsto, la Commissione Europea ha inviato oggi una richiesta di chiarimenti al governo italiano per capire le ragioni del nuovo aumento del debito pubblico, in particolare tra il 2017 e il 2018. La missiva, firmata dal vice presidente Valdis Dombrovskis e dal commissario agli affari monetari Pierre Moscovici e indirizzata al ministro dell’Economia Giovanni Tria è propedeutica a un rapporto sul debito che potrebbe essere pubblicato la settimana prossima.

Nella lettera, di cui Il Sole 24 Ore ha avuto visione, i due esponenti comunitari notano che il paese «non ha effettuato progressi sufficienti nel corso del 2018 per rispettare il criterio del debito». In questa ottica, chiedono al governo di elencare i “fattori rilevanti” che spiegano questa situazione.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer