Il design si affida a un’agenzia e a una piattaforma nazionale per fare rete

7

Un’agenzia nazionale che si occupi della promozione, a cui affiancare una piattaforma attraverso la quale scambiare esperienze e informazioni su progetti europei e finanziamenti. Sono le proposte elaborate dalla commissione insediata dal ministro dei Beni culturali, Alberto Bonisoli, per consentire all’industria del design di fare rete.

Leadership da difendere
Un settore in cui, ha affermato il ministro nel corso della presentazione dei lavori della commissione, «abbiamo la leadership, che però dobbiamo cercare di alimentare. C’è bisogno di un’azione corale da parte di diversi soggetti, perché il design è la classica zona di frontiere che, all’interno della pubblica amministrazione, coinvolge più ministeri: quello dei Beni culturali per la valenza artistica dei prodotti, degli Esteri per il tema dell’internazionalizzazione, dell’Istruzione per la formazione, dell’Economia per gli aspetti fiscali. Penso, per esempio, al bonus mobili».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer