May isolata su Brexit, fallimento di British Steel: giornata nera a Londra

5

Altra giornata difficile per il Governo britannico. British Steel, il secondo gruppo siderurgico, è al collasso e ha appena annunciato di essere entrato in amministrazione controllata, mettendo a rischio i posti di lavoro di cinquemila dipendenti e 20mila persone nell’indotto. Il gruppo aveva chiesto un finanziamento di emergenza di 30 milioni di sterline al Governo ma le trattative non sono andate a buon fine. EY cercherà ora di trovare un acquirente per il gruppo.

British Steel ha dato la colpa alle incertezze legate a Brexit per i problemi che l’hanno portata al fallimento. Oggi la premier Theresa May presenterà in Parlamento il suo progetto rivisto e corretto per rendere Brexit realtà, ma con ben poche speranze di successo.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer