Sarri, l’Europa League e ora la Juve: pensavo fosse il Che, invece era Richard Branson

13

E adesso vi piace? Adesso che ha finalmente vinto qualcosa d’importante, regalato un pezzettino d’Europa a un’Italia a secco dal Triplete interista, ora che, come direbbe il poeta, vi ha stracciato con la fantasia? Maurizio Sarri, napoletano di Figline Valdarno, ha guidato il Chelsea alla vittoria della finale di Europa League con un sonoro 4-1 sull’Arsenal. Ritira di diritto una tessera del club dei vincenti, lui che fino all’altro ieri era presidente onorario dell’associazione belli e perdenti. Ricordate? «Lo spettacolo si fa al circo, conta il risultato», lo punzecchiò due anni fa Massimiliano Allegri.

GUARDA IL VIDEO. Il Chelsea di Sarri vince l’Europa League

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer