Senatori a vita, il limite che esiste già

9

È un prestigioso club nato con la Repubblica che ha tra i propri iscritti politici, giuristi, industriali, scienziati, poeti, musicisti e scultori. Alcuni dei quali premi Nobel. L’albo d’oro del circolo, fondato più di 70 anni fa, è un elenco di 48 nomi: dieci sono entrati come membri di diritto ma la maggior parte (38) lo sono diventati per chiamata del Capo dello Stato. Retaggio dei tempi del Regno d’Italia, i senatori a vita sono giunti nell’era repubblicana attraverso l’articolo 59 della Costituzione. La norma viene ora modificata dalla proposta di legge sulla riduzione del numero di parlamentari che precisa il modo in cui va inteso il tetto dei cinque membri nominati dal “Re della Repubblica”. Vale a dire come un limite ai senatori vitalizi in carica. Del resto il precetto è stato sempre interpretato così dagli inquilini del Colle. Con due sole eccezioni.

GUARDA IL VIDEO – LA SENATRICE A VITA SEGRE: INDIFFERENZA EUROPA DI ALLORA, LA STESSA DI OGGI

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer