Sky, ancora una multa: “Non ha garantito ai clienti del calcio il diritto di recesso”

10

ROMA – L’Autorità per le Comunicazioni multa Sky, ed è la seconda volta in due settimane. Dopo la sanzione del 3 maggio per la fattura accelerata emessa ogni 28 giorni, stavolta l’Autorità prende di mira la pay-tv per la sua offerta calcistica.

Secondo l’Autorità, l’ultimo pacchetto calcio di Sky non è uguale a quello dei tre anni precedenti. In sostanza, da quest’anno la pay-tv perde tre gare della Serie A e l’intera Serie B, finite al concorrente Dazn. Intanto però il prezzo dell’abbonamento Sky è rimasto invariato.

Se dunque l’offerta di Sky si è ridotta, a inizio stagione l’emittente avrebbe dovuto informare i suoi vecchi abbonati del “dimagrimento”. Non solo. Sky avrebbe dovuto assicurare ai clienti il diritto di chiudere l’abbonamento senza “penali né costi di disattivazione”. 
 
A ottobre del…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer