Usa-Cina, scattano i dazi americani. Trump: «Accordo ancora possibile»

14

NEW YORK – «Chi è prudente sarà vittorioso». Nell’Arte della Guerra, antico manoscritto di arte militare, Sun Tzu duemila e cinquecento anni fa insegnava la resilienza, la capacità di andare avanti e resistere alle avversità per vincere, infine, i conflitti. In queste ore il vice premier cinese Liu He è a Washington per portare avanti i negoziati commerciali con gli Stati Uniti. Tutto negli ultimi giorni dice che sarà molto complesso giungere a un accordo con gli americani. Forse impossibile. Eppure nonostante le minacce di dazi l’uomo di fiducia del presidente Xi Jinping, l’economista 67enne Liu, il più americano tra i leader cinesi, con un master ad Harvard, apertamente riformista, tenace negoziatore, quello che lo stesso Trump definisce “un grande uomo”, assieme alla delegazione cinese ha deciso di partire per tentare ancora l’intesa.

PER SAPERNE DI PIÙ / Dazi, passo formale Usa: ma la Cina vuole l’accordo

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer