Affiti brevi, arriva il bollino anti furbetti per combattere l’evasione fiscale

14

Affitti brevi solo con il “bollino di qualità”, un codice anti furbetti obbligatorio per le offerte on line, che servirà a identificare strutture e proprietari e renderà di fatto impossibile sfuggire al Fisco. Stretta anche sulla tassa di soggiorno, con i Comuni che potranno verificare direttamente la regolarità dei versamenti. Dopo tanti annunci il governo ha deciso di inserire la novità nel Decreto Crescita che prevede la nascita di una banca dati di tutte le strutture ricettive, che dovrà essere operativa da agosto.

Locazioni brevi nel mirino delle Entrate. Il primo intervento contro l’evasione sugli affitti brevi è datato 2017. Esattamente due anni fa è stata stabilita la possibilità di applicare la cedolare secca al 21% anche sulle locazioni turistiche con durata inferiore ai 30 giorni. In parallelo è stato previsto l’obbligo per i portali che incassano l’affitto e poi lo girano ai proprietari…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer