Allarme Bankitalia: circola moneta parallela che non ha alcun valore

17

Scrivere un “pagherò” di proprio pugno oppure utilizzando moduli che si trovano su diversi siti web per creare “euro scritturali” non ha alcun valore legale. Per questo la Banca d’Italia torna a invitare tutti i cittadini a non utilizzare queste forme di pagamento, del tutto prive di valore e quindi incapaci di estinguere obbligazioni in denaro. Nel fiume in piena di congetture e richiami a concezioni sulla proprietà collettiva della moneta alimentato dai social network, oggi Bankitalia ha ritenuto di far sentire di nuovo la sua voce con un avviso pubblico.

Attenzione alla falsa moneta scritturale
«La Banca d’Italia – si legge nella nota messa in evidenza sul proprio sito internet – continua a ricevere comunicazioni di privati che pretendono di utilizzare “euro scritturali” autonomamente creati, o che riguardano piattaforme e sedicenti “organismi monetari” con funzioni bancarie che creerebbero “moneta scritturale” garantita dalla Banca d’Italia». Si tratta di iniziativa abusive e sanzionabili da cui è bene stare alla larga, prosegue la nota, che ricorda un avviso già pubblicato due anni fa sulla stessa questione.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer