Borsa: Milano giù, bene Buzzi Unicem

11

Dopo le borse asiatiche, anche Milano (-0,73%) e le principali europee hanno patito, come Wall Street, le tensioni Usa-Iran, oltre alla guerra dei dazi Usa-Cina, in attesa del G20 il 28 e 29 giugno.

Incertezze che hanno fatto volare l’oro

Sulle banche a Milano ha pesato lo spread, chiuso a 249 punti: Bper (-2,29%), Ubi (-1,83%), smentiti coinvolgimenti nel salvataggio di Carige, Unicredit (-1,74%).

Il rialzo del greggio ha penalizzato Saipem (-2,07%) e Eni (-0,57%).

Scese le utility: A2a (-1,44%), Tim (-0,82%), Terna (-0,75%), Italgas (-0,75%), Snam (-0,71%).

In rosso Campari (-2,88%), Nexi (-2,46%), Juve (-1,93%), Fca (-1,69%).

Precipita Trevi (-7,49%), col primo azionista che ha ottenuto dal Tribunale di convocare un’assemblea per cambiare Cda.

Acquisti per i costruttori, coi Giochi 2026 a Milano-Cortina: Risanamento (+8,22%), titolare dell’area di Santa Giulia dove sorgerà l’Arena milanese, Buzzi (+1,44%), Salini Impregilo (+1,48%), Coima (+1,03%).

Positivi Recordati (+1,33%) e Prysmian (+0,77%)

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer