Borse in calo dopo la Fed, tregue per l’oro

17

MILANO – Le tensioni geopolitiche tra Usa e Iran e lo stallo sul fronte della trattativa commerciale tra Stati Uniti e Cina continuano ad impensierire i mercati. Un quadro appesantito anche dalle parole del presidente della Fed Jerome Powell che ha raffreddato le aspettative di chi si attendeva un possibile imminente nuovo taglio dei tassi. In Europa la partenza è attesa tutta in tono negativo, in linea con quanto visto in Asia, dove Tokyo ha chiuso a -0,51%.

Sul mercato dei cambi l’euro si posiziona sopra quota 1,13 ma rallenta la sua corsa dopo le parole del presidente della Banca Centrale Usa. In mattinata la divisa europea viene scambiata a 1,1358 dollari. Stabile lo spread, a 249 punti con il rendimento del decennale al 2,169%.

Tra i dati macroeconomici di giornata in Germania la fiducia dei consumatori…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer